FAQ

domande frequenti

faq

  • Quali documenti vanno presentati per ottenere agevolazioni fiscali?

    La documentazione necessaria per dedurre o detrarre le erogazioni liberali è costituita da:

      1. Ricevute di versamento per donazioni effettuate con bollettino postale;
      2. Estratto conto bancario o postale per donazioni con bonifico bancario;
      3. Estratto conto della carta di credito per donazioni con carta di credito (online o per telefono).

    E’ bene conservare le attestazioni delle donazioni per alcuni anni, nel caso venissero richieste a seguito di una verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate.

  • Mi viene rilasciato qualche cosa che attesti la donazione che faccio?

    Ogni anno, nel mese di febbraio, Cesvi invia ad ogni donatore una copia del Riepilogo Donazioni dell’anno precedente, da presentare al commercialista o al CAF di riferimento al momento della dichiarazione dei redditi. Se non hai ancora ricevuto quello di quest’anno o ne hai bisogno per esigenze particolari, contattaci al numero 0363 349145 per avere in tempi brevi una copia digitale.

  • Mi hanno detto che le donazioni in favore delle Onlus sono detraibili: che significa?

    In sede di dichiarazione dei redditi è possibile richiedere e ottenere un parziale rimborso della donazione effettuata. Il donatore privato può:

    – detrarre dall’imposta lorda il 26% dell’importo donato fino ad un massimo di 2.065,83 euro (legge n. 96 del 6 luglio 2012);

    – dedurre la donazione dal proprio reddito per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato, nella misura massima di 70.000 euro (art. 14 co. 1 – 6 del DL 14.3.2005 n. 35 convertito nella L. 14.5.2005 n. 80).

  • I miei acquisti per regali solidali sono detraibili e/o deducibili?

    Sì, si tratta in tutti i sensi di una donazione! Fanno eccezione solo alcuni prodotti non ordinabili direttamente online, la cui fornitura avviene grazie alla collaborazione di fidati partner esterni. Essi sono: cesvino, bonsai, wedding planner, fotografo solidale, luna di miele solidale. In questi casi il pagamento può essere in tutto o in parte non detraibile / deducibile a seconda del fatto che venga effettuato a Cesvi o al fornitore. Per maggiori informazioni consultare le Condizioni d’uso (https://regalisolidali.cesvi.org/informazioni-utili/condizioni-duso).

  • Ci sono agevolazioni fiscali per una azienda che collabora con il Cesvi?

    Naturalmente sì! Il contributo ai progetti da parte di un’azienda, anche attraverso l’acquisto di prodotti solidali, è una forma di erogazione liberale, quindi deducibile per un importo non superiore al 10% del reddito d’impresa dichiarato, nella misura massima di 70.000 euro. In alternativa, il massimo deducibile può essere superato in quanto il Dl 35/05 prevede la possibilità (solo per i soggetti IRES) di applicare la deducibilità del 2% del reddito d’impresa dichiarato, senza alcun limite di importo.